Crea sito

minestra di zucca (medioevo)

Minestra di zucca (Congordes)

La ricetta proviene dal trattato francese Viandier, che era attribuito a Guillaume Tirel, cuoco dei re Carlo V e Carlo VI, detto “Taillevent” per il suo lungo naso che fendeva il vento. In realtà questi visse nel XIV secolo, ma la prima redazione dell’opera, che poi ebbe delle aggiunte, sembra essere di fine Duecento. Quanto alla zucca, il tipo oggi più comune è stato importato nel ‘500 dall’America. Tuttavia esistevano già in Europa altri tipi di zucca, usati già dall’antichità. Se possibile, dunque, è meglio scegliere una varietà meno comune. Questa ricetta è proposta dall’autore in 2 versioni: quella per i giorni normali, con brodo di carne, latte vaccino e uova, e quella per i giorni di magro, con il latte di mandorle. Questa seconda, per quanto più leggera, è preferibile in quanto tipicamente medievale, data la grande diffusione a quel tempo di quest’ingrediente, che oggi sta tornando di moda.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2,5 kg di zucca;
  • 1 litro di latte di mandorle NON dolcificato[1];
  • 60 g di burro;
  • Sale q.b.

Preparazione:

Tagliare a pezzi la zucca, togliendo i semi, e cuocerla per 10 minuti in acqua bollente salata. Poi togliere la buccia e tritare la zucca in un frullatore. Mescolare la purea con il latte di mandorle e il burro, salare, e portare a ebollizione. Servire caldo, eventualmente accompagnando con fette di pane abbrustolite.

[1] Sul latte di mandorle, vedi quanto si dice nella ricetta del pollo in umido alla frutta secca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.