Crea sito

pollo alla moda dei Parti (antica Roma)

Pollo alla moda dei Parti (Pullum parthicum).

Sull’autore di questa ricetta, Apicio, vedi Minestra d’orzo e costine. I Parti erano una popolazione antica stanziata nell’area della Mesopotamia. Vi avevano creato il proprio regno sottraendo la parte orientale del regno dei Seleucidi (Siria), a sua volta derivante dallo smembramento del grande impero che Alessandro Magno aveva strappato ai Persiani. Quando in seguito tutto l’Occidente cadde in pratica in mano ai Romani, la loro avanzata verso Oriente fu fermata dai Parti, vera spina nel fianco e unica potenza che potesse davvero competere. Nel 53 a.C. vi fu la terribile sconfitta subita a Carre dalle legioni guidate da Crasso, che nello scontro perse la vita (interessante notare come ai tempi i vertici pagassero personalmente per i propri errori!). Le insegne perdute delle legioni furono poi recuperate da Augusto per via diplomatica, anche se ciò fu celebrato come una grande vittoria, con anche la costruzione di un arco nel foro romano. Le vicende proseguirono poi fra alti e bassi, con periodi di tregua e successi non risolutivi da entrambe le parti. Del resto, le relazioni non erano solo di guerra, ma anche commerciali, in quanto erano i Parti a controllare il passaggio di tutte le merci da India e Cina. Sotto Traiano, Marco Aurelio e Settimio Severo la Mesopotamia fu temporaneamente conquistata, ma in tutti e tre i casi fu quasi subito abbandonata. Infine, sotto il regno di Alessandro Severo (222-235 d.C.), ai Parti subentrarono di nuovo i Persiani, gli antichi possessori di quelle terre e tradizionali nemici dell’Occidente, fin dai tempi di Maratona. Per l’impero romano, già in difficoltà, saranno un nemico ancora peggiore.

Cosa c’entrano i Parti con questa ricetta? Probabilmente niente, a parte il tocco esotico dato dal nome. Del resto anche oggi la zuppa inglese è in realtà una ricetta italianissima.

 

Ingredienti per 6 persone:

 

  • Un pollo ruspante di circa 3,5 kg (io ho tenuto anche le interiora commestibili all’interno);
  • 12 cucchiai di colatura d’alici o salsa di pesce vietnamita[1];
  • 1 cucchiaino e mezzo di pepe macinato;
  • 3 cucchiai di sedano tritato;
  • 1 cucchiaino di cumino pestato;
  • 2 cipolle tritate e abbrustolite[2];
  • 300 ml di vino bianco.

 

Preparazione:

 

Spennellare il pollo con metà della colatura di alici. Metterlo in una pentola. Preparare una salsina con tutti gli altri ingredienti e versarla sopra il pollo. Coprire e cuocere in forno a 250° C per due ore in tutto circa (verificare comunque la cottura bucando con uno stecchino e controllando che non esca liquido rosa). Girarlo a metà cottura e togliere il coperchio nell’ultima mezz’ora, affinché la pelle resti più croccante.

 

[1] Sostituti moderni del garum.

[2] Sostituto dell’assafetida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.